NEWS

  • News

    • PARTECIPAZIONE GRATUITA
      PARTECIPAZIONE GRATUITA
      Perchè la partecipazione iniziale è GRATUITA? L'unico scopo di CantoITALIANO è individuare nuovi talenti, Artisti e Autori che cantano e compongono canzoni in lingua italiana. Artisti che con passione, professionalità e orgoglio, cantano nella nostra lingua o in uno dei nostri dialetti la nostra...
    • Brochure Canto Italiano
      Brochure Canto Italiano
      Scarica la nostra brochure Informazioni sulle precedenti numeri e premi.
    • Perchè Canto Italiano
      Perchè Canto Italiano
      Non è un segreto che l' Italia abbia il più grande patrimonio artistico e culturale al mondo. Partendo dalla lirica alla canzone napoletana, la nostra musica e la nostra cultura hanno “invaso” il mondo. Ogni paese, ogni città, ogni regione ha il suo dialetto, le sue canzoni, le sue tradizioni,...
    • Musica per passione
      Musica per passione
      Ogni artista che cerchi di svolgere la propria attività con continuità, che intenda, quindi, fare della propria creatività, o della propria abilità esecutiva o interpretativa la base per il proprio sostentamento, ogni artista, in parole povere che voglia … “campà d’arte” deve poter fare...
    • Dalla scuola al palco
      Dalla scuola al palco
      Come ha giustamente sottolineato Tullio De Piscopo, il percorso formativo di un artista costituisce la base su cui poggia la possibilità di svolgere il mestiere più bello del mondo, “fare” musica, in modo professionale. Oltre alla necessità di avere attitudine personale, è di fondamentale...

Canto Italiano

DALLA SCUOLA AL PALCO

22 Maggio 2015
Come ha giustamente sottolineato Tullio De Piscopo, il percorso formativo di un artista costituisce la base su cui poggia la possibilità di svolgere il mestiere più bello del mondo, “fare” musica, in modo professionale. Oltre alla necessità di avere attitudine personale, è di fondamentale importanza coltivare e sviluppare questa capacità attraverso l’apprendimento, attraverso un idoneo percorso formativo.

In Italia esistono ormai numerose scuole che offrono ai propri allievi la possibilità di raggiungere eccellenti livelli di preparazione che consentono loro di poter affrontare con sicurezza le sfide professionali. Ma la preparazione e l’attitudine non sono, spesso, sufficienti a dare una svolta professionale alle carriere dei giovani di talento che gli istituti musicali formano. Occorre che a quegli stessi giovani si presentino le giuste occasioni per emergere e, CantoITALIANO, si rivolge anche alle scuole musicali per essere strumento di aiuto.

In questa prospettiva, Radio LatteMiele e Silvius Edizioni Musicali e, con il patrocinio di UNCLA, AFI e Nuovo IMAIE, hanno deciso di dare vita a una manifestazione musicale che permetta ai nuovi autori ed interpreti di mostrare le proprie potenzialità a un vasto pubblico, attraverso i passaggi radiofonici, e a noti esperti del settore: autori, interpreti, editori, coinvolti nel progetto in veste di componenti della giuria della serata finale.

Partecipare a CantoITALIANO significa provare a confrontarsi direttamente con il pubblico, il mercato e, con un pizzico di fortuna, cogliere al volo l’occasione di dare una svolta professionale alla propria passione.

Buona Musica a tutti
Silvano Guariso

Musica per passione, musica per professione!

22 Maggio 2015
Ogni artista che cerchi di svolgere la propria attività con continuità, che intenda, quindi, fare della propria creatività, o della propria abilità esecutiva o interpretativa la base per il proprio sostentamento, ogni artista, in parole povere che voglia … “campà d’arte” deve poter fare affidamento su una solida preparazione.

Questa è la prima e più importante lezione che ho tratto dalla mia personale esperienza.

Lo studio del linguaggio attraverso il quale intendevo esprimere la mia arte è sempre stato un mio chiodo fisso. Studiavo sempre, ogni volta che potevo, e anche quanto già svolgevo la mia attività da professionista approfittavo di ogni momento per approfondire la conoscenza tecnica del mio strumento e la conoscenza di nuovi idiomi attraverso i quali esprimere la mia creatività. Cercavo anche di fare tesoro degli insegnamenti dei colleghi più esperti e dei …”mostri sacri” con i quali ho avuto il privilegio di suonare.

Tutto ciò è stato di fondamentale importanza per poter cogliere al volo occasioni che altrimenti non avrei potuto afferrare se non avessi avuto le idonee capacità professionali.

Prepararsi sotto la guida di validi maestri è indispensabile per potersi esprimere al meglio, senza limiti, senza barriere tecniche o limitazioni nel “linguaggio” che comprimano la nostra creatività e frenino la nostra possibilità di interagire con altri artisti.

Ma una idonea preparazione, oltre a consentirci di esprimere al meglio il nostro estro è cruciale per poter affrontare senza paure gli alti e bassi di una professione che, tranne alcune rarissime eccezioni, è caratterizzata da periodi di estremo successo, alternati a momenti di appannamento, di contrazione delle opportunità di lavoro. Quanti artisti hanno attraversato il “firmamento dello spettacolo” scomparendo dopo poco, come meteore, costretti, spesso, a rinunciare a svolgere la professione che più amavano per poter sopravvivere a causa della incapacità di adattarsi ai nuovi scenari.

Il segreto per affrontare questi periodi senza …”evaporare” è proprio sviluppare la propria professionalità attraverso una continua preparazione, attraverso uno studio approfondito del proprio “strumento” qualsiasi esso sia, al fine di essere in grado di affrontare i periodi negativi, a volte reinventandosi, e rilanciarsi verso nuove mete e nuovi successi.

Per questo motivo non mi stancherò mai di ripetere: studiate! Preparatevi con professionalità a svolgere il mestiere più bello del mondo, un mestiere che consente a chi lo fa di esprimere a pieno la propria creatività e, credetemi, sono pochi i lavori che vi daranno queste soddisfazioni.

Buona Musica a tutti!
Tullio De Piscopo

Perchè Canto Italiano

20 Maggio 2015
Non è un segreto che l' Italia abbia il più grande patrimonio artistico e culturale al mondo. Partendo dalla lirica alla canzone napoletana, la nostra musica e la nostra cultura hanno “invaso” il mondo. Ogni paese, ogni città, ogni regione ha il suo dialetto, le sue canzoni, le sue tradizioni, tramandati per generazioni e ognuno nel suo piccolo è speciale e diverso dagli altri. Molti giovani si ostinano all'abitudine della musica anglofona, sminuendo le proprie radici dimenticandosi di quanto queste rappresentino un vanto nel mondo. Preservare e salvaguardare la nostra cultura non dovrebbe essere un dovere ma prima di tutto un piacere. La proposta “Progetto:CantoITALIANO” va proprio in questa direzione: spronare la creatività artistica a sostegno dell'identità nazionale così da impedire la perdita dei valori e delle radici nei prossimi anni. Tutto questo diffondendo attraverso i media il più possibile la nostra cultura per scelta e non per obbligo come succede nella vicina Francia. 
Quale modo migliore se non iniziare da “CantoITALIANO”?


25 Febbraio 2015 - “Proposta UNCLA”
presentata alla VII Commissione Cultura del Senato da: Silvano Guariso -Responsabile Rapporti Istituzionali UNCLA, Giuseppe Amendola - Segretario Generale UNCLA, Raimondo Bellantoni -Vice Segretario UNCLA



1. il riconoscimento per la musica popolare italiana della qualifica di strumento di formazione culturale di primario interesse nazionale; 



2. la previsione per le radio e le televisioni di inserire nella loro programmazione una percentuale di musica popolare italiana (per essa intendendosi quella creata da un autore italiano, sia in lingua italiana, sia straniera, sia in dialetto regionale, prodotta all’interno del nostro Paese, o comunque interpretata in italiano o in vernacolo), sia diffusa che eseguita dal vivo, non inferiore al 40% della programmazione totale, con una quota percentuale riservata alle nuove produzioni ed una quota percentuale riservata alle nuove proposte (sul modello di quanto già esistente in Francia), non per obbligo, ma per scelta volontaria sulla base di aiuti ricevibili (sgravi fiscali o incentivi come già avviene per il sostegno del Cinema nazionale); 


3. quale ulteriore e legittima conseguenza del riconoscimento del primario interesse nazionale chiediamo una equiparazione dell’IVA sui prodotti musicali realizzati e prodotti all’interno del territorio nazionale (CD, DVD, downloading ed altri supporti contenenti in misura prevalente esecuzioni musicali) a quella applicata ai prodotti librari e pari, quindi, al 4%; 



4. sempre in ragione del primario interesse nazionale, la possibilità di destinare una parte del F.U.S. al sostegno delle opere prime anche nel campo della musica popolare (come già avviene per il cinema).”

I numeri di Canto Italiano

Scarica la nostra brochure

Informazioni sulle precedenti numeri e premi.

PERCHÈ PARTECIPAZIONE GRATUITA

20 Maggio 2015
Perchè la partecipazione iniziale è GRATUITA? L'unico scopo di CantoITALIANO è individuare nuovi talenti, Artisti e Autori che cantano e compongono canzoni in lingua italiana. Artisti che con passione, professionalità e orgoglio, cantano nella nostra lingua o in uno dei nostri dialetti la nostra cultura e la nostra italianità. Autori e compositori che scrivono parole e melodie che possano continuare rendere famosa l'arte della canzone italiana nel mondo.

Grazie al contributo di Autori e Artisti del Sindacato Nazionale U.N.C.L.A. (www.uncla.it) e ai Dj di Radio LatteMiele, che si sono messi a disposizione gratuitamente, la prima selezione di idoneità è completamente gratuita. Viene solo richiesto di condividere il nostro messaggio e divulgarlo agli amici nei Social Network.

Il nostro è un servizio per chi si sente Artista o Autore, che ama la musica e vorrebbe tentare la strada del vivere di essa.
Solo dopo il primo “verdetto” di idoneità tecnica, insieme ad un congruo pacchetto di vantaggi, che aiuterà nella conoscenza dei propri diritti di Artista o Autore, si pagherà un piccolo e unico contributo che potrà condurre alla Finale.

 

 

 

SEGUICI

CONTATTACI

CANTO ITALIANO
Informazioni:  info@cantoitaliano.it
Iscrizioni: info@cantoitaliano.it
www.cantoitaliano.it

PARTNER